Coltivazione marijuana ora si puo

Ma siete certi sia così semplice coltivare maria legale ?

La canpa legale è, la parola stessa lo dice: un prodotto non più illegale. Va chiaramente lavorato seguendo i termini di legge. Eppure riuscire a realizzare una coltivazione marijuana non è stato proprio semplicissimo come in molti fanno apparire (soprattutto sul web).

Oltre a gli adempimenti fiscali e legislativi infatti, c’è la produzione del prodotto che va attuata in una determinata maniera, se si vuole ottenere una canapa light idonea ad essere venduta, secondo le vigenti leggi che ne regolarizzano il commercio.

Lavorare il terreno e coltivare maria legale necessita di sacrificio e costanza, una conoscenza del territorio e della terra che si vuole adibire per intraprendere la coltivazione marijuana e soprattutto tanta sperimentazione precisa, scrupolosa, scientificamente di tutti i processi di produzione e lavorazione del prodotto.

Intendiamoci, nessuno verrà a svelarvi i suoi segreti per condurre al meglio una coltivazione marijuana, bisogna quindi apprenderli sul campo, sbagliare, provare e non demoralizzarsi.

Documentarsi molto e seguire seminari e corsi. Se l’idea è quella di coltivare maria legale in maniera professionale e qualitativa, è indispensabile affiancarsi ad agronomi o professionisti che hanno esperienza nel settore, quanto meno in quello agricolo.

Qualche informazione “di base” comunque vogliamo darla in questo articolo, non lo abbiamo certamente scritto per scoraggiare i lettori, ma per informarli.

La nostra esperienza ci porta a dire che la pianta di canapa ad esempio ha bisogno di molta acqua e fertilizzanti se si vogliono massimizzare i risultati. Noi di Bellastoria ad esempio usiamo solo organico e biologico perchè assolutamente contrari al chimico. Per dare anche qualche idea numerica sulla coltivazione marijuana, un ettaro può produrre da 70 a 230 Kg in media di fiori e da 500 a 700 Kg di semi.

Un passo delicato, ma assolutamente inevitabile è quello di far analizzare i prodotti finali prima di metterli in commercio, sia per verificare il contenuto di THC che per monitorare eventuali presenze di metalli pesanti, muffe e cannabinoidi.

Contrariamente a quello che si può pensare, coltivare maria legale non fa diventare ricchi, anche perchè gli intoppi ed i “rischi” sono sempre dietro l’angolo e possono vanificare tutto il lavoro svolto (esattamente come ogni altra coltivazione, anzi, forse anche di più). Per quanto ci riguarda, possiamo asserire che il segreto principale, quanto meno, quello di Bellastoria: è la passione per questa pianta, l’amore per la natura, per l’ambiente che inevitabilmente si trasmettono ad ogni singola bustina confezionata e che fanno la differenza sul prodotto finale.

I prodotti Bellastoria

A BASE DI MARIJUANA LIGHT

bellastoria-marijuana-light-space-weed-min
bellastoria-marijuana-light-olio-cbd-5
bellastoria-olio-cbd-min
bellastoria-marijuana-light-little-flower-min
bellastoria-marijuana-light-hasciish
bellastoria-marijuana-light-budman-min
bellastoria-marijuana-light-budinvaders-min

ultime notizie

DAL MONDO DELLA CANAPA LIGHT

Copyright © PRK 2019 All Rights Reserved.

Società Agricola PRK s.r.l.
Via Delle Rimembranze 1. 71012 Carovigno (BR) Italy
P.I. 02556690747

Translate »