bellastoria-canapa-light-ridurre-ansia

Canapa light e olio CBD per ridurre gli stati di ansia ?

Ecco come il CBD interviene nel nostro organismo

Olio di CBD: può aiutare l’ansia ma non solo

Il CBD estratto dalla canapa, cosa sai a riguardo? Cercheremo di psiegare meglio come la canapa light e olio CBD possano essere considerati un vero toccasana per la nostra salute.

Probabilmente avete sentito parlare di CBD (cannabidiolo), un componente della pianta di canapa che viene usato in tantissimi campi. Dalle creme per uso quotidiano alle pillole di integratori ma non solo. Anche se il CBD è stato usato come cura medicinale per migliaia di anni in tutto il mondo, è ancora avvolto nel mistero.

Ci sono molte dicerie, una su tutte riguarda il fatto che non sia sicuro per i bambini ad esempio, ma ecco cosa dovresti sapere:

L’olio di CBD viene estratto dalla pianta di canapa, che è della stessa famiglia di piante della marijuana.

Nonostante questo possa “allarmarti” è importante notare che se bene della stessa famiglia, il CBD è diciamo, un “cugino della marijuana” non psicoattivo, dice Laura Hollingberry, fondatrice e CEO di una società che ha fatto molte ricerche sul mercato della CBD e della canapa.

Il CBD è infatti frutto di un tipo di canapa light (così chiamata) che ha un THC molto basso.

Cos’è il THC e come incide nella canapa light e olio CBD?

E’ quel componente della marijuana responsabile degli effetti che alterano la mente. La pianta di canapa è stata usata per migliaia di anni per materiali da costruzione, tessuti e prodotti alimentari come semi di canapa e olio di canapa, che non è la stessa dell’olio di CBD (ne parleremo più avanti).

Dicevamo che,l’olio di CBD proviene dalla pianta di canapa, erba che fa parte della stessa famiglia delle piante di marijuana, ma è un prodotto assolutamente sicuro.

Dobbiamo però a questo punto fare una distinzione, abbiamo accennato prima alla canapa light che, è molto diversa dalla marijuana medica, questa infatti contiene grandi quantità di THC.

I prodotti CBD non sono psicotropi, il che significa che non causano la sensazione euforica associata all’assunzione della marijuana.

La maggior parte contiene quantità minuscole (meno dello 0,3 percento) e alcune sono completamente prive di THC. La CBD non avrà alcun impatto sui test antidroga ed è abbastanza sicura per i bambini.

In effetti, la CBD ha avuto un grande impatto mediatico ed una risonanza su scala nazionale, con la scoperta della sua capacità di fermare le crisi epilettiche nei bambini affetti da epilessia resistente ai farmaci normali.

Il THC ed il CBD sono considerati fitocannabinoidi ma, interagiscono con il corpo in modi molto diversi.

Come il THC ed il CBD interagiscono col nostro corpo

Il THC agisce legandosi direttamente ai recettori cannabinoidi 1 e 2 (CB1 e CB2). Il CBD non si lega a questi recettori, ma interagisce con il sistema endogeno di cannabinoidi o con il sistema endocannabinoide (ECS), una raccolta di recettori cellulari che svolgono un ruolo fondamentale nella funzione del sistema nervoso e immunitario.

Il corpo umano produce i suoi endocannabinoidi: la massima concentrazione è nel latte materno. Il CBD funziona con il nostro corpo, bloccando o riducendo la scomposizione degli endocannabinoidi presenti in natura.

Lo sapevate?

Il sistema endocannabinoide del tuo corpo gioca un ruolo chiave nella funzione del sistema nervoso e del sistema immunitario.

L’olio CBD è diverso dall’olio di canapa?

Eh si, molti non conoscono la differenza ma l’olio di canapa e quello di CBD non sono affatto la stessa cosa. L’olio di canapa è derivato solo dai semi della pianta di canapa e non contiene quantità apprezzabili di cannabidiolo.

I prodotti CBD, d’altra parte, sono fatti dall’intera pianta, non solo dai semi. Esistono migliaia di varietà di canapa e le coltivazioni utilizzate per l’olio di CBD contengono concentrazioni significativamente più elevate di cannabidiolo.

L’estratto di canapa usato per produrre l’olio di CBD proviene da piante con un concentrato maggiore di cannabidiolo.

Per esaltare ulteriormente i componenti attivi, tale prodotto passa attraverso un processo di estrazione privo di solventi, in modo simile alla produzione di oli essenziali. L’olio estratto viene quindi testato per scongiurare la presenza di contaminanti e tossine come metalli pesanti, nonché per il contenuto di cannabinoidi.

I risultati dell’olio CBD estratto dalla canapa stanno dimostrando la capacità di questa sostanza di interrompere le convulsioni, calmare l’ansia, ridurre l’infiammazione, alleviare la depressione e lenire il dolore cronico. “Il CBD ha il potenziale per essere il più importante ingrediente di benessere negli ultimi 50 anni”, afferma Hollingberry.

“La CBD è importante per la funzione nervosa e immunitaria, e allo stesso modo i probiotici non sono solo per le persone che soffrono di disturbi digestivi, il CBD non è solo per persone malate è, per tutti coloro che vogliono essere proattivi riguardo alla loro salute a lungo termine. “

Effetti benefici che si possono ottenere dal CBD di canapa light

Nell’epilessia molti studi (e rapporti dagli utenti di CBD) hanno confermato che il CBD è efficace nel ridurre la frequenza e la gravità delle crisi sia nei bambini che negli adulti.

Anche per l’artrite il CBD rappresenta un potente antinfiammatorio e può ridurre i sintomi di artrite e altre malattie infiammatorie, senza effetti collaterali. È efficace sia oralmente che topicamente.

Il nostro cuore può beneficiare delle proprietà cardiovascolari di questa sostanza, numerosi studi hanno dimostrato che il CBD può proteggere il cuore abbassando la pressione sanguigna e riducendo i danni causati da infarti e ictus.

Se pensate che sia solo questo, vi sbagliate, perchè il CBD può esercitare attività antidepressive entro pochi minuti dal consumo, possibilmente influenzando i livelli di serotonina, la sostanza chimica del benessere del cervello.

Ci sono tudi dimostrano che il CBD può trattare una vasta gamma di problemi di ansia, tra cui disturbo d’ansia generale, disturbo d’ansia sociale, disturbo di panico, disturbo ossessivo-compulsivo e disturbo da stress post-traumatico.

Infine, essendo un prodotto antiossidante e antinfiammatorio, pare, possa ridurre il rischio di cancro e può rallentare o arrestare la crescita tumorale nei tumori esistenti.

In conclusione, è doveroso far notare che l’estrazione di CBD dalla canapa non è certamente la cura definitiva a malattie devastanti come il cancro o ad altre patologie appena citate. Può però essere un valido elemento da non sottovalutare e che può apportare il suo contributo nella quotidinità di molte persone malate ma non solo, anche come prevenzione e miglioramento delle nostre vite.